I difetti visivi

Miopia

Condivida su

Le persone miopi vedono bene da vicino, ma non da lontano. I loro occhi presentano in genere una forma troppo allungata rispetto all'occhio che vede correttamente. I primi sintomi della miopia possono essere la necessità di stringere gli occhi quando si guarda lontano o la tendenza a tenere il libro vicino agli occhi durante la lettura. La soluzione è un occhiale dotato di una cosiddetta "lente negativa". Tale lente riporta l'immagine nitida sulla retina, permettendo di vedere bene sulle lunghe distanze. Oggi esistono lenti sottili, che tengono conto dell'estetica e si adattano a ogni tipo di montatura, anche per le miopie forti.

CHE COS'È LA MIOPIA?

La miopia è una causa frequente di una visione sfuocata. È dovuta alla forma del bulbo oculare, della cornea o del cristallino e fa sì che gli oggetti lontani appaiano distorti o sfuocati. La cosiddetta miopia può svilupparsi in età infantile o nella pubertà e peggiorare ulteriormente finché l'occhio non smette di crescere. Si conta che una persona su tre sia miope.

MANIFESTAZIONI E SINTOMI

Ecco i sintomi che indicano una miopia:

  • Cefalea
  • Occhi stanchi e sovraffaticati
  • Visione sfuocata
  • Necessità di avvicinarsi agli oggetti, come ad esempio al televisore

QUALI SONO LE CAUSE DI UNA MIOPIA?

La miopia può insorgere a causa di un'anatomia difforme del bulbo oculare, del cristallino o della cornea. Le cause di questa deformazione possono essere ereditarie o ambientali. I bambini che trascorrono molto tempo all'aperto raramente sviluppano la miopia. Numerosi studi lo dimostrano. Trascorrere molto tempo all'aperto può inoltre rallentare lo sviluppo di una miopia. Questo dato è riconducibile al fatto che quando si è all'aperto, entra più luce negli occhi.
La miopia impedisce all'occhio di rifrangere la luce sul punto giusto e di raggiungere la retina. Di conseguenza, la visione risulta sfuocata.

COME FUNZIONA L'OCCHIO

Per poter vedere bene, è necessario che le quattro parti dell'occhio funzionino integrandosi in modo corretto:

  • La cornea e il cristallino sulla parte anteriore dell'occhio; funzionano come un obiettivo fotografico e mettono a fuoco l'immagine sulla retina
  • La retina costituita da cellule sensibili alla luce nella parte posteriore dell'occhio; percepisce la luce e i colori e li trasforma in impulsi elettrici
  • Il nervo ottico situato dietro l'occhio; invia gli impulsi elettrici al cervello

CORNEA, CRISTALLINO E FORMA DELL'OCCHIO

Se la forma dell'occhio è corretta, il cristallino mette a fuoco la luce che entra dalla cornea direttamente sulla retina. Nei miopi però spesso l'occhio ha una forma troppo allungata. Il risultato: l'immagine si forma davanti alla retina e non su di essa. Talvolta anche un'incurvatura irregolare della cornea o una deformazione del cristallino possono provocare la miopia.

COME SI DETERMINA LA MIOPIA?

Durante una normale visita oculistica, importante soprattutto per i bambini che spesso non si accorgono di avere questo difetto. La diagnosi precoce può evitare l'aggravamento della miopia. Ecco perché è importante per tutti sottoporsi a controlli regolari che comprendano, oltre all'esame della salute dell'occhio da parte dell'oculista, anche il test visivo da parte dell'optometrista. Lo specialista esamina la visione da lontano, da vicino e nel medio campo. Gli optometristi eseguono inoltre una serie di altri test moderni, come ad esempio  l'esame del comportamento visivo e dei movimenti della testa.

COME SI TRATTA LA MIOPIA?

Normalmente basta un occhiale con lenti correttive per compensare la miopia. Tali lenti aiutano a rimettere a fuoco la luce sulla retina, a correggere il difetto visivo e tornare a vedere nitidamente gli oggetti lontani. In alternativa agli occhiali si possono usare le lenti a contatto, che si indossano direttamente all'interno dell'occhio. Sono più leggere e perciò talvolta vengono preferite. Sempre più persone ricorrono alla chirurgia laser. Non tutte le casse malattia coprono tuttavia i costi dell'intervento, che oltre tutto comporta dei rischi.

PREVENZIONE

Poiché la miopia può essere determinata anche da fattori genetici, non sempre è possibile prevenirla. Prima il bambino inizia a perdere la propria capacità visiva, più velocemente potrà peggiorare, anche fino ai 20 anni. Se è vero che non è possibile interrompere questo peggioramento, lo si può tuttavia rallentare. Rivolgetevi a un ottico di fiducia.